Come diventare collezionisti d’arte

ashleycurry-art-collectorSe gli approfondimenti sul mercato dell’arte contemporanea hanno acceso in chi legge una certa curiosità su un possibile investimento ma rimane la constatazione che non si hanno sufficienti fondi per pensare di poter anche solo partecipare a una delle aste milionarie che sono state menzionate, questa breve guida spiegherà come diventare collezionisti d’arte e investire i soldi che magari si sono guadagnati giocando su siti legali dedicati al gambling e al gioco d’azzardo.

  • Informarsi sugli artisti emergenti: l’informazione è fondamentale, per non finire con cosiddette croste fra le mani – è questo il termine che si usa per definire opere senza alcun valore. Per fortuna in Italia molte testate di approfondimento sul mondo dell’arte sono gratuite: Arttribune, per esempio, è una freepress che può aiutare a capire quali sono le gallerie di tendenza, i giovani artisti da tenere d’occhio e così via.
  • Frequentare le gallerie e i musei: se i secondi hanno un costo (ma mai la prima domenica del mese!), le prime sono sempre gratuite e visitare le mostre che inaugurano permette di tastare il polso alla scena nazionale e internazionale (nel caso in cui espongano artisti stranieri). Nelle gallerie le opere sono quasi tutte in vendita a prezzi inferiori rispetto alle aste. È qui che si fanno i veri affari.
  • Girare per i mercati delle pulci: gli artisti ancora non intercettati da mercanti specializzati e dalle gallerie spesso usano mercati domenicali per esporre i propri lavori. Questa è una situazione molto favorevole per un futuro collezionista, perché può trovarsi tra le mani per poche decine di euro opere interessanti che possono essere rivendute a prezzo maggiorato – il network degli street artist, in particolare, è in grande ascesa e va di moda anche fra chi di arte, onestamente, capisce poco! Si veda il grande successo di Banksy.
  • A proposito di street artist: alcuni lavori di specifici protagonisti di questa scena sono rimuovibili. Ebbene sì, seppure moralmente discutibile, si può considerare questa soluzione come praticabile. Dopotutto, non si sta rubando a nessuno… No?